lunedì 22 agosto 2011

U vinti innaru_Terre usurpate, terre insanguinate_La strage di Caltavuturo

Martedì 23 agosto 2011 alle ore 22,00 presso il Museo Civico “Don Giuseppe Guarnieri”, sezione Opera dei pupi siciliani di Caltavuturo, andrà in scena la prima nazionale dello spettacolo “U vinti innaru. Terre usurpate, terre insanguinate. La strage di Caltavuturo". Si tratta di un musical per pupi sulla strage del 20 gennaio 1893 a Caltavuturo dove persero la vita dei contadini in seguito all’occupazione di terre demaniali. Una storia tristemente nota che storicamente ha anticipato e fomentato il movimento dei Fasci dei Lavoratori in Sicilia. L’opera nasce dall’incontro tra artisti eterogenei e dalla necessità di donare una veste storica e fedele degli avvenimenti che hanno sconvolto la Sicilia progressista del post unità d’Italia.
È uno spettacolo storico ed emozionale, il testo teatrale è stato realizzato da Mari Albanese e da Angelo Sicilia, Presidente del MOPS, gli stessi saranno affiancati alla manovra dei pupi da Cetti Siragusa e Maria Rosaria Seminara, alle voci da Roberto Sottile e Bartolomeo Prinzivalli.
Le musiche e i testi inediti sono stati realizzati dal noto cantautore Moffo Schimmenti e dal dialettologo Roberto Sottile dell’Università degli Studi di Palermo, traendo spunto da un precedente lavoro di Benito Livigni. Il canto femminile è affidato a Francesca Martino del Teatro Massimo di Palermo, alla chitarra ci sarà Giovanni D’Angelo e al tamburo il giovanissimo talento Mauro Sottile. L’opera è un connubio perfetto tra teatro e musica popolare e palesa l’incontro tra artisti ed intellettuali del comprensorio madonita da anni impegnati nella ricerca e nel recupero della memoria storica del proprio territorio.
L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.
La Redazione